Striscia la Notizia - Punteruolo rosso: i rimedi

eg: stopmotion, new-york, street
Capitan Ventosa ci parla di alcune proposte per combattere il coleottero che uccide le palme. Puntata di Striscia la notizia del 5/11/2010. Per segnalazioni http://www.striscialanotizia.mediaset.it/osservazioni.shtml oppure Indirizzi E-mail: gabibbo@mediaset.it

Share Video

Related Videos

Fabio Vitillo's other Videos

Commenti

17 Commenti

  • Pietro Ranno
    by Pietro Ranno 4 years fa
    scusate ma perchè nessuna associazione o ente (anid, entomologi, fitopatologi, università o chiunque ne capisca un pò) risponda a striscia la notizia a proposito delle cavolate che emergono dai loro servizi? invece di intervistare architetti paesagistici o gente sconosciuta, in quanto non si presentano prima dell'intervista, perche non fanno parlare qualche entomologo?

    poi che in italia ci hanno speculato sulle palme è vero (a momenti mandavano bertolaso).
  • Pietro Ranno
    by Pietro Ranno 4 years fa
    vi è piaciuta quella del feromone che attira la femmina di punteruolo e che la stordisce???
  • nicola leardi
    by nicola leardi 4 years fa
    Ci sarebbe tanto da dire. Poco fa ho postato sul mio account di Facebook quanto segue:
    "Ieri sera su striscia, solo gli Architetti paesaggisti (e ahimè non i colleghi agronomi) hanno detto la verità sul fenomeno Punteruolo. Molto business da parte di figure coinvolte ovvero il giardiniere che deve tagliare, il personaggio che ...deve smaltire il rifiuto, il vivaista che deve vendere la pianta che il giardiniere2 dovrà ripiantare ecc. ecc. ecc. Dall'altra parte chi come noi opera sul risanamento delle piante, chiede prezzi assurdi per intervenire, facendo optare al cliente per il taglio e il reimpianto di un'altra pianta".
  • nicola leardi
    by nicola leardi 4 years fa
    Io avrei una critica per ogni soluzione proposta.
    1 - DOCCIA Ad esempio il costo di 2-3 € per la doccia apicale è solo per il prodotto liquido. Ma chi sale sopra a farlo lo devi pagare? E che dire di un eventuale utilizzo di piattaforma?
    2 - LARVICIDA. - Bisogna trovare la zona delle gallerie scavate dalle larve..... E non è assolutamente facile perchè sono sottosuperficiali
    3 SECCHIO FEROMONE - E' un buon metodo ma la cattura massale deve essere fatta in posti adatti e non sotto la pianta altrimenti hai l'effetto contrario.
    Vi devo dire altro? noooo penso che basti
    Saluti
    Nico Leardi
  • Marco Leva
    by Marco Leva 4 years fa
    Non ho parole per commentare i servizi di striscia,sono d'accordo con Pietro e Nico
  • Marco Leva
    by Marco Leva 4 years fa
    Mi chiedo cosa mettono nella soluzione per la doccia,non mi risulta ci sono prodotti che costino così poco.
  • Pietro Ranno
    by Pietro Ranno 4 years fa
    ciao nicola, ho visto i tuoi post di facebook a proposito delle palme, tenevo subito a precisare che io non mi occupo di endoterapia; tuttavia collaboro con un centro di saggio che ha seguito la sperimentazione del clorpirifos metile e la conseguente estensione di etichetta. finora le endoterapie che ho visto in sicilia non hanno salvato nessuna palma oppure sono state false positive. volevo chiedere a te e Marco, che a quanto ho capito ci lavorate, è una questione di metodo? di prodotti? potete affermare una efficacia del 100%? grazie
  • Pietro Ranno
    by Pietro Ranno 4 years fa
    PS per evitare fraintendimenti, non metto assolutamente in dubbio i risultati da voi postati, ma riporto semplicemente la situazione che si vede dalle mie parti
  • Marco Leva
    by Marco Leva 4 years fa
    Caro Pietro,l'endoterapia è efficace se supportata da altre metodologie,la prima cosa da fare è verificare lo stato di infestazione,io adotto il metodo della dendrochirurgia,ossia asporto la parte infetta e vedo fino a che livello le larve hanno roso la palma, dopo di che intervengo con l'endoterapia,è fondamenteale l'utilizzo di prodotti sistemici,io utilizzo l'amabectina l'azadiractina il dimetoato e un funghicida, miscelandoli insieme, in un litro di acqua demineralizzata inserisco 50ml di principio attivo di ogni prodotto elencato,poi irroro la chioma con il clorpirifos,inoltre concimo la palma con il fosfitec,è fondamentale proteggere i tagli effettuati con la dendrochirurgia tramite il mastice cicatrizzante utilizzato per le potature,io utilizzo quello che si da con il pennello.I risultati ci sono e come!Conosco disinfestatori che operano in sicilia che ottengono ottimi risultati.Chiaramente non esiste un'efficacia al 100% ma ci avviciniamo molto a quella percentuale.
  • Marco Leva
    by Marco Leva 4 years fa
    PS dimenticavo la soluzione immessa,tramite l'endoterapia,in una palma varia in base alla sua altezza e al suo diametro,per esempio su una palma di 4 metri con diametro di 80 cm la soluzione varia dagli 8 ai 10 litri. Ricordiamoci che la palma è costituita per la maggior parte di acqua e quindi per ottenere dei risultati bisogna esagerare con la soluzione.
  • Pietro Ranno
    by Pietro Ranno 4 years fa
    caro marco condivido ed apprezzo l'ammissione che non esiste un efficacia del 100%, quindi non può esserci nessuna garanzia per gli interventi sulle palme. poi concordo pienamente che la prima cosa da fare è verificare lo stato d'infestazione, questa cosa deve sempre essere evidenziata, e mi trovi d'accordo che bisogna asportare la parte infetta e vedere fino a dove arrivano le larve, a questo punto ti rivolgo una domanda: è quando le larve sono molto addentrate (anche se non esiste un parametro oggettivo) pensi che la palma sia compromessa o si possa recuperare?
    personalmente penso che la metodologia migliore sia quella elencata da te, ma faccio notare che si tratta di un lavoro laborioso, che non da certezza assoluta e che nella migliore delle ipotesi (palma salvata) bisogna implementare un piano di irrorrazione continuo come controllo preventivo. riflessione personale: ne vale la pena??? beh un privato con delle palme secolari magari si, ma nel centro urbano???
    attenzione non voglio dire facciamole mangiare tutte, però bisogna analizzare il problema anche nel lungo periodo
  • Pietro Ranno
    by Pietro Ranno 4 years fa
    in merito agli operatori in sicilia non voglio fare nessuna polemica, non voglio sapere chi sono e non voglio sapere come fanno, ma se possibile voglio sapere alcuni posti pubblici (vie, piazze, ecc.) dove si trovino queste palme salvate cosi con la scusa mi faccio una passeggiata
  • Marco Leva
    by Marco Leva 4 years fa
    Pietro,certo che c'è un parametro,immagina la palma come un filo d'erba(appartiene alla stessa famiglia),finchè il suo cuore è vivo continuerà a rivegetare,così avviene per la palma.Tramite la dendrochirurgia capitozzo,se necessita,la palma e vedo se il suo cuore è integro,ossia privo di fori,evidente passaggio delle larve,se risulta sano procedo con la cura...altrimenti...(purtroppo)con l'abbattimento.L'irrorazione deve essere effettuata con cadenza mensile nei mesi più caldi,anche se nei periodi invernali non si può abbassare la guardia,il punteruolo è attivo con una temperatura superiore ai 17-18°,purtroppo lo dobbiamo considerare al pari di altri infestanti che trattiamo periodicamente sulle nostre colture. ...Ne vale la pena?Per me che sono un'ecologista,sicuramente si! E poi il costo del mantenimento e abbordabilissimo considerato il costo attuale del clorpirifos.
  • Pietro Ranno
    by Pietro Ranno 4 years fa
    in merito al parametro oggettivo mi sono espresso male, so bene che fino a quando l'apice vegetativo è integro la palma può vegetare, quello che volevo intendere era se esiste un parametro con cui possiamo distingure se il danno è irreversibile. sai bene che in seguito in seguito all'attacco del punteruolo subentrano fenomeni di marcescenza, ecc.
    secondo i miei dati l'irrorazione deve essere fatta ogni 21 gg e il punteruolo è attivo sopra i 15 gradi.
    ne vale la pena? non mi riferivo ai costi, ma all'impatto ambientale (attenzione si parla di centro urbano) che scaturisce dall'irrorazione a calendario con clorpirifos.
    ti rinnovo la richiesta dei luoghi delle palme siciliane salvate.
  • Marco Leva
    by Marco Leva 4 years fa
    Caro Pietro l'irrorazione và eseguita da personale debitamente informato su come effettuarla,non devi mandare la soluzione tutta in una volta ma a dosi tali che non ci sia gocciolamento.Io in questo periodo utilizzo granuli idrosolubili.Pietro non credo faccia tanta differenza la temperatura se di 15° o 17°,( a me risulta per esperienza che dopo i 17° è bello arzillo) in base a cosa affermi che dopo 21 gg devi rifarla? Io ho consigliato di effettuarla con cadenza mensile perchè così facendo riesco ad avere la necessaria copertura.Per le palme salvate ti farò sapere quanto prima.
    In merito a come distinguere se la palma è recuperabile mi ripeto,se il cuore è vivo ricresce,come capirlo?Dipende dal diametro del tronco e da quello che trovi dopo aver fatto la dendrochirurgia.
  • Pietro Ranno
    by Pietro Ranno 4 years fa
    grazie per le risposte.
    i dati di 15 gradi e 21 gg li ho riportati solo come scambio di informazioni. i 21 gg vengono fuori dalle prove sperimentali condotte per l'estensione dell'etichetta per il clorpirifos.
    alla fine anche tu mi confermi che non si può quantificare il danno della palma semplicemente guardandola da terra, ma bisogna salire ed "operare".
    saluti
  • Marco Leva
    by Marco Leva 4 years fa
    Esatto!
Please login or sign up to post on this network.
Click here to sign up now.
Segnala/Blocca

Commenta adesso! E' GRATIS e bastano NOME, COGNOME e MAIL



Image Verification

Terms & Conditions

Si, ho letto e accetto Terms & Conditions.