Scrivi nuovo articolo sul BlogDiario della Disinfestazione Professionale
Informazioni, notizie, esperienze, curiosità, prodotti e servizi. Tutto sul Pest Control e non solo...
Jun 20th

Know Some Simple Ways to Control Termite

By Big Daves Pest Control

pest control houston texas

Termite control must be your main priority if you are the owner of a farm crop or a wood structure and want to preserve them in the best possible way. Termite control is one of the most crucial problems that all people have to encounter, whether they possess a house or not, and taking gain of this, termite control firms find it extremely profitable getting rid of the termites and mending the dent they cause.

In general, chemicals are employed for termite control and treatments. Nowadays, there’re so many eco-friendly chemicals being produced by chemical manufacturing firms that assist in the termite control process. Generally, these chemicals are safe to human beings and very productive with regards to taking care of the issue of termite invasion, whether in the future or later on.

There are a number of means of approaching termite control. If you like to go eco-friendly, you could substitute the chemicals with environment-Friendly substitutes. This implies that you’ll be needed to get rid of all probable food resources that you think the termite can use to feed on your house and get full control over the wood much before you notice what’s actually going on.

Termites require to lay eggs in soggy, damp soil. This implies that if any crawl space is available in your home, you require to take essential steps to spray the crawl space with anti-termite chemicals to stop the termite offspring from laying eggs. In this procedure, the bugs are being destroyed while breathing and when the termite eggs hatch, the worker termites are no longer available to nourish them, so they pass away of starvation. Though it sounds very unkind, it should be accomplished considering the sort of harm that they can do to the wooden stuff in your house once they build up.

termite-control-service

Make certain that entire moisture seepages are closed, particularly those that make the timber in the structure feeble. The regular termites look at damp wood as a breakfast table and so if you eradicate the source of dampness itself, it turns out to be far simpler to deal with the termite invasion.

Another sensible step to take is looking for the proficiency of a professional termite control Sugarland Texas Company. Keep in mind that, prevention is better than cure and keeping the harmful termites at bay even prior to the cause problems is the best probable move.

Jun 20th

Know the Non-Toxics Ways to Control Termite

By Big Daves Pest Control

Termites are wood eating bug predators that can badly injure houses and other constructions made of wood. However, the finest non-toxic way to deal with termites involves prevention. Earlier, prevention procedures included construction with chemically treated wood. However, the synthetics are unsafe not just to the termites, but to the atmosphere and the folks in the buildings as well. Non-toxic termite prevention solutions comprise landscaping with termite avoidance in mind.

Control dampness for non-toxic termite control:

By eradicating all wellspring of chronic dampness in and around the construction, your contractor can deal with termites, carpenter ants & other wood-boring bugs in a non-poisonous manner. Moist surroundings are essential for termites to stay alive. Some termites develop burrows to enable them to go back and onwards between the soil and the wooden structure, the termite’s water supply. Take away the water supply as a non-poisonous solution to termite influx.

Soil, sand and non-poisonous termite control:

Soil must be always from six to eighteen inches below any timber components to deal with prevent termites. Lawn grade, landscaping and sprinkler system shouldn’t enable dampness to gather around the base. Take away soil and put in sand walls. Sand walls are a cost-effective and easy-to-execute non-toxic answer to termites since termites can’t burrow through sand. Also, sand doesn’t hold moisture, an essential element for termite influx.

Termite Control Sugarland Texas

Slab barriers & metal protection for non-toxic termite control:

Breaks as tiny as 1/32? let termites to get into a construction. Deal with termites in a non-toxic manner by filling gaps in the bases between adjacent constructions or in the floor. Professional termite control Sugarland Texas knows exactly where to look for breaks, and they can develop a treatment plan for counteracting and dealing with termites. Sand fills may be used around tube and other slab breaches. Metal termite protections compel termites to develop passageways on the external of the shields, making their existence effortless to notice.

Alternative non toxic termite treatment:

Boric acid suspended in water and painted on termite infected wood is a less poisonous treatment than most synthetic solutions. Heat & freezing treatments are non-toxic solutions to prevent termites and an option to chemical fumigation. Microwave devices and electric shock treatments are other less common ways to eradicate termites in a non-toxic approach.

Galveston pest and termite

Non-toxic termite treatments are accessible, but it’s good to prevent termites than to annihilate them. Get in touch with a Galveston pest and termite control professional to execute non-toxic termite control and prevent influx.

Jun 19th

Know the Best Possible Means to Control Termite

By Big Daves Pest Control

Termite control must be your first priority if you possess a farm crop or a wood structure and want to maintain them in the best possible manner. Termite control is 1 of the most crucial problems that all people have to encounter, whether they possess a house or not, and taking gain of this, termite control firms find it extremely profitable getting rid of the termites and mending the dent they cause.

Normally, chemicals are employed for termite control and treatments. Nowadays, there’re so many eco-friendly chemicals being produced by chemical manufacturing firms that assist in the termite control process. Generally, these chemicals are safe to human beings and very productive with regards to taking care of the issue of termite invasion, whether in the future or later on.

Dampwood Termites

There are several means of approaching termite control. If you like to go eco-friendly, you could substitute the chemicals with environment-friendly substitutes. This implies that you’ll be needed to get rid of all probable food resources that you think the termite can use to feed on your house and get full control over the wood much before you notice what’s actually going on.

Termites require to lay eggs in soggy, damp soil. This implies that if any crawl space is available in your home, you require to take essential steps to spray the crawl space with anti-termite chemicals to stop the termite offspring from laying eggs. In this procedure, the bugs are being destroyed while breathing and when the termite eggs hatch, the worker termites are no longer available to nourish them, so they pass away of starvation. Though it sounds very unkind, it should be accomplished considering the sort of harm that t

Jan 23rd

Novità fiscali per chi opera nel settore della DISINFESTAZIONE

By Maurizio Martinez Bazan
Due grandi novità sono diventate obbligatorie (salvo chiarimenti differenti da parte dell' Agenzia delle Entrate).
Ambedue riguardano  le fatture emesse dal disinfestatore al cliente. 
Vediamole nel dettaglio:
1 - split payment
Se il cliente è un Ente Pubblico le fatture dovranno indicare l'iva e la dicitura:
"Iva versata dal committente ai sensi dell’articolo 17-ter D.P.R. 633/72  " perchè viene applicata la regola chiamata "SPLIT PAYMENT".
L'ente pubblico pagherà solo l'imponibile e verserà l'iva allo stato.
2 - reverse charge
In caso  prestazioni effettuate all'interno di edifici, a clienti titolari di partita iva, la fattura non dovrà indicare l'iva ed indicare la seguente dicitura:
reverse charge” ai sensi dell’articolo 17, comma 6 lettera a)-ter, DPR n. 633/72.
Se la prestazione viene effettuata all'esterno di edifici o a privati si dovrà creare una fattura normale.
In caso di interventi che prevedono le due casistiche, si dovranno emettere 2 fatture.
Hamelin Easy ed Hamelin Sprint gestiscono correttamente queste problematiche. 
Apr 18th

A breve “Obbligo di Fattura elettronica per servizi prestati alla Pubblica Amministrazione”

By Maurizio Martinez Bazan

Diventa sempre più difficile fare qualsiasi attività e la cosa si complica quando il tuo cliente non e’ un privato cittadino o un’azienda, ma un qualsiasi ente statale.

Come se non bastassero i ritardi nei pagamenti, la burocrazia spaventosa e la difficoltà nel trovare interlocutori validi e competenti, a breve, forse per far lavorare di meno i dipendenti della pubblica amministrazione  e complicare la vita alle imprese, chi opera con un ente pubblico potrà emettere fatture solo in formato elettronico.

Cerchiamo di capire cosa si racchiude dietro queste parole: Come al solito un ulteriore problema per le aziende che dovranno dotarsi di un programma in grado di creare, secondo un formato prestabilito, non più una fattura, ma un insieme di dati, che non verranno più inviati al comune, provincia, o altro ente pubblico ma inviate via internet a SDI Sistema Di Interscambio  un ulteriore ente (come se non bastassero quelli già esistenti) che farà da concentratore e filtro di tutti questi  invii, scartando quelli irregolari ed inoltrando quelli corretti all’ente di competenza.  Nulla garantisce purtroppo che, con  questa nuova metodologia, si avrà un pagamento della fattura più sollecito.

Nel sito http://www.fatturapa.gov.it/ vengono date tutte le indicazioni per assolvere correttamente a questo nuovo compito e per far capire a tutti cosa occorre fare, le varie fasi sono state schematizzate con il seguente semplice  grafico:
 flusso_messaggi.jpg

 

Chiaro per tutti ?.... Credo che con queste ultime novità, non sarà più possibile utilizzare programmi software fatti in casa, fogli excel o altre soluzioni manuali e chi utilizza questi sistemi dovrà scegliere, o non operare più con la pubblica amministrazione o cambiare il sistema informativo. Noi di HAMELIN, rilasceremo  con gli aggiornamenti di  fine maggio l‘adeguamento della fatturazione con la nuova normativa; questo perchè   HAMELIN  è l’unico software per la disinfestazione integrato in un   Gestionale  completo, che  viene costantemente aggiornato da Teamsystem (la più grande società di sviluppo software d’Italia) che con i suoi 800 tecnici si preoccupa di mantenere sempre aggiornate ed adeguate a tutte le nuove normative fiscali le circa 120.000 installazioni.

Nov 16th

Halyomorpha halys, un nuovo nemico da combattere?

By Fabio Vitillo
Come facilmente saprete, è stata recentemente segnalata in Italia una nuova specie alloctona, ritenuta potenzialmente molto pericolosa dal punto di vista fitosanitario: si tratta del Pentatomide Halyomorpha halys, originario dell’Asia orientale.

nuova cimice.jpgHalyomorpha halys FOTO Livio Mola

Comparsa nel nord-est degli Stati Uniti nel 2001 (Pennsylvania), questa specie estremamente polifaga si sta rivelando, in quei luoghi, un preoccupante infestante per numerose coltivazioni arboree ed ortive, piante ornamentali, etc. Le prime segnalazioni europee risalgono al 2007 (Zurigo, Svizzera e Liechtenstein). E’ stata segnalata per la prima volta in Italia lo scorso marzo (dintorni di Modena); sono già segnalati danni su pescheti in Piemonte.

Io ho da poco raccolto e segnalato diversi esemplari nella mia provincia (Brescia). Scrive l’amico Paride Dioli, noto specialista, in Forum Entomologi Italiani:

“Non abbiamo ancora dati di Veneto, Trentino, Alto Adige, Friuli VG, V.d'Aosta e Liguria. Nessun dato dall'Italia centro-meridionale. C'è invece in Piemonte, a Saluzzo (con danni nei pescheti): tutto documentato in un lavoro redatto da ricercatori dell'Università di Torino. Dai dati dei forum (NM e EI), ma anche dalle singole segnalazioni di cittadini, c'è in Emilia, a Modena e nelle aree confinanti di Bologna e Reggio. In Lombardia è frequente (MI, MB, CO, BS) ma non è ancora segnalata delle Alpi; pare sia invece abbondante nel Canton Ticino svizzero e si conoscono diversi dati della Svizzera tedesca e una segnalazione nella zona della Francia più prossima alla Germania (Alsace).”

Attualmente, H. halys non è soggetta alla direttiva 2000/29/CE; è inserita, però, nella lista di allerta della E.P.P.O. (European and Mediterranean Plant Protection Organization) per l’elevata pericolosità fitosanitaria dimostrata negli U.S.A.

La specie con cui H. halys è maggiormente confondibile è Rhaphigaster nebulosa, da cui si può agevolmente distinguere per diversi caratteri; i più vistosi sono la grossa spina, in visione sternale, presente in R. nebulosa (assente in H. halys) e la forma del capo, “triangolare” in R. nebulosa, più squadrato in H. halys. Altri caratteri possono essere consultati in questa discussione nel Forum Entomologi Italiani

nuova cimice2.jpgRhaphigaster nebulosa FOTO Livio Mola

nuova cimice3.jpgHalyomorpha halys FOTO Livio Mola

La richiesta che desidero formulare e sottoporre ai colleghi disinfestatori, nonché agli utenti in genere di PESTBOOK, è di porre molta attenzione ad eventuali, possibili osservazioni della specie in oggetto: infatti, questo è il periodo in cui si rinvengono facilmente Pentatomidi nelle abitazioni e tra questi potrebbe esserci anche l’H. halys.

Eventuali segnalazioni (o ipotetiche tali) possono essere inviate direttamente all’Amministratore di PestBook, che provvederà ad inoltrarle tempestivamente al Dr. Paride Dioli. E’ indispensabile che le segnalazioni, oltre che di una foto dell’insetto in visione dorsale ed in visione sternale, siano accompagnate da dati il più precisi possibile: raccoglitore, data e luogo del ritrovamento (se abitazione, su quale pianta, etc.).

Tutti insieme possiamo contribuire ad un efficace e tempestivo monitoraggio sulla penetrazione del pericoloso infestante nel nostro Paese.

Si ringrazia Livio Mola per il contributo

Oct 18th

L'unico social network italiano sulla disinfestazione

By Fabio Vitillo

Articolo pubblicato su "Disinfestare & Dintorni" - Ottobre 2013
Jul 26th

Chiave di riconoscimento delle blatte italiane

By Fabio Vitillo
Redatto e scritto da Livio Mola:

Chiave delle Famiglie dei Blattodei italiani


1 Margine ventrale dei femori mediani e posteriori senza una fila di spine; clipeo e fronte separati da una sutura; femmina largamente ovale e attera, maschio macrottero Famiglia Polyphagidae
- Margine ventrale dei femori mediani e posteriori con una fila di spine; clipeo e fronte non separati da una sutura
2
immagini di esempio
2 Placca sottogenitale maschile sempre simmetrica con 2 stili; femmina provvista di valve Famiglia
Blattidae
- Placca sottogenitale maschile simmetrica priva di stili oppure asimmetrica con uno o due stili; femmina sprovvista di valve Famiglia Blattellidae immagini di esempio


Chiave dei generi e delle specie italiane della famiglia Polyphagidae


1 Femori con spine apicali (1 specie)
Genere Polyphaga
Polyphaga aegyptiaca (Linnaeus, 1758)
- Femori senza spine apicali (1 specie)
Genere Heterogamodes
Heterogamodes ursina (Burmeister, 1838)


Chiave dei generi e delle specie italiane della famiglia Blattidae


1 Specie con adulti di colore scuro. Arolio ridotto; maschio microttero o brachittero, le ali non coprono mai l’intero addome. Femmina squamittera (1 specie)
Genere Blatta
Blatta orientalis
Linnaeus, 1758
- Specie più chiara. Arolio ben sviluppato ed evidente. Maschio e femmina macrotteri (2 specie)
Genere Periplaneta
2
2 Pronoto ornato da un disegno giallastro ben marcato; margine delle tegmine con una fascia giallastra [Periplaneta australasiae (Fabricius 1775)]*
- Pronoto senza un disegno netto; tegmine unicolori Periplaneta americana (Linnaeus, 1758)

*Non ho dati certi sulla reale presenza di P. australasiae; il suo inserimento in chiave è soprattutto dovuto all'intenzione di fornire elementi per poterla agevolmente discriminare da P. americana, di cui è più piccola, affusolata e con colorazione più brillante.

Chiave dei generi, dei sottogeneri e di alcune specie italiane della Famiglia Blattellidae


1 Unghie simmetriche; placca sottogenitale del maschio simmetrica, se asimmetrica è provvista di 2 stili
2
- Unghie dei tarsi asimmetriche; placca sottogenitale del maschio con uno stilo
4
2 Maschio e femmina apparentemente atteri, in realtà squamitteri; insetti scuri, orlati di bianco dal pronoto fino all’apice dell’addome (1 specie)
Genere Loboptera
Loboptera decipiens
(Germar, 1817)
- Maschi e femmine macrotteri o brachitteri; insetti color paglierino
3
3 Maschio e femmina macrotteri; pronoto con due macchie scure longitudinali; lamina sottogenitale del maschio con un solo grande stilo asimmetrico (1 specie)
Genere Blattella
Blattella germanica (Linnaeus, 1767)
- Femmine leggermente brachittere; pronoto senza macchie nerastre; lamina sottogenitale del maschio con due stili diseguali (1 specie)
Genere Supella
Supella longipalpa (Fabricius, 1798)
4 Tegmine con venatura evidente, quella anale ben sviluppata ed impressa; se le femmine sono brachittere, le tegmine hanno venatura evidente
Genere Ectobius
5
- Tegmine con venatura meno evidente, con venatura anale non impressa, spesso debolmente sviluppata o indistinta; se le femmine sono brachittere non hanno venature evidenti
Genere Phyllodromica
6
5 Maschio con fossetta ghiandolare sub-circolare; femmina brachittera con apice delle tegmine troncato trasversalmente; specie di piccole dimensioni (1 specie)
Sottogenere Capraiellus
Ectobius
(Capraiellus)
tamaninii
Galvagni 1972
- Maschio con fossetta ghiandolare diversamente conformata; se la femmina è brachittera l’apice delle tegmine non è mai troncato trasversalmente (29 specie) Ectobius s. str.
6 Tegmine rudimentali nei due sessi, ridotte a due lobi laterali; (1 specie)
Sottogenere Lobolampra
Phyllodromica
(Lobolampra)
subaptera
(Rambur, 1838)
- Tegmine raggiungenti almeno la metà dell’addome
7
7 Corpo ovoidale; tegmine corte, raggiungenti circa la metà dell’addome, troncate e leggermente rientranti alla loro estremità; specie attera nei due sessi, caratterizzata da tre bande scure longitudinali (1 specie)
Sottogenere Luridiblatta
Phyllodromica
(Luridiblatta)
trivittata
(Serville, 1838)
- Almeno il maschio alato; le femmine sono alate o brachittere (7 specie) Phyllodromica
s. str.


Le fotografie sono tratte da discussioni presenti nel forum oppure messe gentilmente a disposizione per questo progetto.
Data la mia cronica incapacità di produrre immagini decenti, in mancanza di fotografie inserisco disegni tratti da testi considerati "classici".
un sentito GRAZIE a:
Simone Andria (Phyllodromica sardea)
Marco Bastianini (Ectobius vittiventris)
Franco Casini (Periplaneta americana, Periplaneta australasiae, Blattella germanica,Supella longipalpa, Shelfordella lateralis, Blatta orientalis)
Mathia Coco (Polyphaga aegyptiaca- femmina)
Claudio Labriola (Phyllodromica marginata)
Roberto Rattu (Luridiblatta trivittata, Loboptera decipiens, Ectobius baccettii)
Marcello Romano (Polyphaga aegyptiaca - Maschio)

Fonte dei disegni:
Sutura fronte-clipeo (modificato): Bei-Bienko G. Ya. and others, 1964 - Keys to the INSECTS of the EUROPEAN USSR vol.1
Heterogamodes ursina maschio (modificato): Chopard L., 1929 - Les Polyphagiens de la faune palearctique
Unghie in chiave Blattellidae (modificato): Gonzalez & all., 1991 - Claves de determinación de los Orthopteroidea de los principales sistemas montañosos de Castilla-La Mancha
Ectobius (Capraiellus) tamaninii (modificato): Galvagni A., 1972 - Descrizione di una nuova specie del Genere Ectobius Stephens catturata in Italia (Ectobius tamaninii n. sp.: Blattariae, Epilamproidea, Ectobiidae).
Phyllodromica (Lobolampra) subaptera (modificato): Chopard L., 1951 - op. cit.

FONTE: http://www.entomologiitaliani.net/public/forum/phpBB3/viewtopic.php?f=336&t=12949&p=73593#p73593

C'è anche l'applicazione per smartphone: https://build.phonegap.com/apps/481666/share

Un ringraziamento a Livio Mola
Jun 25th

Cercasi Partner per Rete Assistenza Tecnica Wuoppy

By Claudio Orto
wuoppy store disinfestazione
Salve a tutti,
con questo articolo intendo presentare a tutte le Aziende di disinfestazione presenti su questo network, l'opportunità di partecipare alla costruzione di una Rete di Assistenza Tecnica sul territorio nazionale.
Come qualcuno di voi avrà notato, da qualche mese è attivo il Multistore Wuoppy, all'interno del quale è presente il negozio dedicato alla vendita dei prodotti per la disinfestazione. Da quando abbiamo "aperto", sono iniziate ad arrivare richieste che, a mio avviso, più che un prodotto richiedevano la presenza di un tecnico specializzato del settore. Proprio per questo infatti, abbiamo deciso di dare ai nostri clienti la possibilità di scegliere se acquistare il prodotto di cui avevano bisogno o inviare una richiesta d'intervento all'attenzione di un'Azienda specializzata presente nella sua zona, girando il contatto del nostro cliente direttamente al disinfestatore. 
Banner Assistenza Wuoppy
Potrebbe sembrare un controsenso ma cercherò di spiegare in breve cosa ci ha spinti a prendere questa scelta.
L'analisi 
Partedo dal presupposto che ormai una buona fetta di mercato si muove sul web e il numero di utenti che acquistano o cercano prodotti e servizi, negli ultimi 2 anni è cresciuto di circa il 30% è facile comprendere le scelte che ci hanno portato ad aprire uno Store dedicato alla vendita di prodotti per la disinfestazione.
Certo, quando si parla di prodotti per la disinfestazione venduti sul web, so bene che i disinfestatori tirano su le orecchie e si mettono in posizione d'attacco... è una lunga storia che ha avuto inizo ancor prima che io intraprendessi il mio percorso di disinfestatore, e parlimo di appena 10 anni fa.
Il mercato cambia, la crisi avanza e le strategie di marketing devono essere adeguate al tempo che viviamo.
Se qualche anno fa l'utente medio ricercava sul web il termine "ditta disinfestazioni" o "disinfestazione roma", oggi notiamo come sia aumentato il Trend di persone che ricercano prodotti da acquistare per risolvere i loro problemi da soli, digitando parole come "prodotti disinfestazione mosche"
Allora ci siamo domandati:"perchè non offrire a queste persone quello che cercano?" e nel farlo cercare di creare un qualcosa di professionale che possa soddisfare anche le esigenze più sofisticate.
Del resto non credo sia possibile formattare delle regole di mercato quando esso si muove seguendo il flusso del libero arbitrio delle stesse persone che lo generano. Se io volessi un professionista della disinfestazione non cercherei il prodotto, di conseguenza, se non dovessi trovare il prodotto online potrei sempre andare al ferramenta, al vivaio, al consorzio agrario o in altre rivendite specializzate.
Dobbiamo prendere atto che la vendita online di prodotti per la disinfestazione rappresenta un segmento di mercato ben definito e non ha nulla a che vedere conla Signora Maria che presa dal panico esige la presenza di un Tecnico Specializzato.
La scelta di aprirsi
Non è mai facile scendere in campo, soprattutto se quando lo si fa si pretende di raggiungere un certo livello. Noi abbiamo subito creduto in questa scommessa e insieme a noi molti fornitori che ci hanno permesso di rivendere i loro prodotti. 
Oggi wuoppy sta conquistando la sua fetta di mercato nella vendita di prodotti online ma siamo convinti che il settore ancora deve crescere, che c'è comunque bisogno di un supporto professionale che, dove serve, sostituisca il Tecnico Disinfestatore al prodotto. I nostri clienti ci chiamano spesso e non sempre telefonicamente, nonostante l'esperienza, si riesce a fare un analisi profonda del problema. A volte è necessario, direi giusto, rinunciare alla vendita e offrire al cliente la soluzione che può risiedere solo nella competenza professionale di un Tecnico Specializzato.
Per questo motivo abbiamo deciso di lanciare la Rete Assistenza Tecnica e inserire in ogni pagina dei nostri prodotti questo banner
Cerca Tecnico Disinfestazione 
Saremmo veramente felici di poter coprire tutte le province d'Italia con almeno un Tecnico Specializzato che possa intervenire alle richieste generate da Wuoppy tramite la partnership tra Wuoppy e il sistema di lead generation di imprendo.org
Se desiderate ricevere maggiori informazioni su come entrare a far parte della Rete Assistenza Tecnica e ricevere gratuitamente i contati dei clienti Wuoppy che cercano un tecnico nella loro zona potete scrivere all'indirizzo marketing@wuoppy.com.
A presto
Claudio Orto
Marketing Director
wuoppy.com
Jun 5th

Lotta Eliminazione e Disinfestazione zanzare tigre

By Marco Leva


Con il ritorno della stagione, dopo lunghi ed alternati periodi di pioggia, eccoci di nuovo alle prese con la fastidiosissima e pericolosa Aedes albopictus “zanzara tigre” e non solo (non dimentichiamoci della Culex pipens e della Anopheles). Questo minuscolo insetto, dopo essere entrato nel nostro paese, si è riprodotto notevolmente fino ad invadere tutto il territorio. Prolifera smisuratamente in insignificanti quantitativi di acqua stagnante anche di pochi giorni, rendendo invivibili le aree nelle quali si è stabilizzato. Fino ad oggi si usava fare una guerra spietata con l’uso di ettolitri e ettolitri di insetticidi, sparati senza cognizione su tutto, andando a colpire ogni specie di vegetale fonte di cibo per altri insetti spesso utili ed ogni altro genere di insetto. Oggi finalmente con l’aiuto delle campagne informative e di sensibilizzazione, come le ordinanze sindacali dei Comuni come anche quello di Roma, non solo si è arrivati ad un più attento e mirato uso di prodotti chimici, ma alla sostituzione degli stessi con altri ecocompatibili e soprattutto puntando principalmente alla lotta antilarvale alla zanzara tigre.
La Frog Service condividendo, sino dall’avviamento dell’attività, pienamente questo sistema , interviene anch’essa principalmente con la lotta antilarvale e repellente alla zanzara tigre, mediante l’utilizzo di prodotti naturali quali l’olio di Neem e Bacillus thuringiensis, mentre per i trattamenti adulticidi interviene solo quando l’area da trattare presenta un’alta concentrazione di insetti adulti , dovuti spesso alla collocazione ed all’ambiente circostante, mediante l’utilizzo di ovitrappole che ne determinano il grado di infestazione. Operando in questo modo la Frog Service ottiene, già dopo i primi interventi antilarvali, la netta diminuzione di individui adulti di zanzara e zanzara tigre.



Commenta adesso! E' GRATIS e bastano NOME, COGNOME e MAIL



Image Verification

Terms & Conditions

Si, ho letto e accetto Terms & Conditions.

Top Authors

Subscribe